Trattamento della pelle a buccia d’arancia mediante ozonoterapia

Prenota un consulto

In cosa consiste il trattamento

La cellulite, al di là di come è vissuta dalla donna ieri come oggi, non è un semplice inestetismo da eliminare con il bisturi o con i vari trattamenti ad essa annessi, ma è a tutti gli effetti una vera e propria malattia. Essa ricopre prevalentemente cosce e fianchi, si presenta intorno ai 30-40 anni e a volte anche prima: è causata da una trasformazione del tessuto adiposo o grasso sottocutaneo più specificatamente da un’insufficienza venosa e/o linfatica. È chiaro che tutto questo comporta un serio rallentamento della velocità del flusso sanguigno con conseguente addensamento dei liquidi e di un mal nutrimento dei tessuti sottocutanei. Questa malattia è conosciuta anche come ipodermite indurativa, dona pesantezza e freddo alle gambe e a volte anche dolore. Detta malattia è degenerativa e progredisce secondo quattro fasi:

1) Formazione di edemi (gonfiori);
2) Rallentamento circolatorio;
3) Comparsa di pelle a buccia d’arancia sulle parti interessate associata a noduli sottocutanei;
4) Dolore ai noduli e ispessimento della cute. 

Tra le tante indicazioni per la cura e l’intervento di questi stadi, è stato proposto l’uso dell’ossigeno ozono terapia,

In pratica, l’ozono scinde i grassi delle cellule adipose che, attraverso il trattamento, vengono resi idrofili, cioè capaci di sciogliersi nell’acqua, e una volta sciolti eliminati attraverso le urine. L’ozono ha una funzione drenante dei liquidi in eccesso: aumentando la temperatura del microcircolo riattiva la circolazione sanguinea, apportando una bonificazione delle pareti e dei vasi venosi. Infine, produce un’ossigenazione dei tessuti nei punti dove la circolazione ristagna e causa i famosi noduli del quarto stadio.